Marketing

Cosa scrivere nel profilo del proprio social network

Cosa scrivere nel profilo

Cosa scrivere nel profilo social? Si tratta certamente d’ un’operazione non facile: è indispensabile conoscersi bene e dobbiamo focalizzarci sulla nostra professionalità, altrimenti non riusciremo a promuoverci con efficacia.

“Per le campagne di comunicazione Social, prendiamo in prestito le tecniche del Marketing Tribale: l’obiettivo non deve essere quello di limitarsi a “pubblicizzare” l’azienda ma trasformarla in un membro che partecipa attivamente ai diversi gruppi sociali che vivono all’interno dei social network, al pari di tutti gli altri. Obiettivo: parlare tutti la stessa lingua”
– Massi Vigilante – Seo Buzzfan

Se vogliamo usare il business network solo come un motore di ricerca per trovare altre persone o informazioni, saremmo tentati di inserire il minimo necessario nel profilo, giusto il necessario per farci registrare ed entrare nei siti. Pero le persone che vogliamo contattare potrebbero voler visitare il nostro profilo per decidere se accettare il contatto; fargli trovare poche informazioni significa ridurre le possibilità di far accettare il nostro contatto.

Se vogliamo fare ricerca di profili, farci trovare e contattare da altre persone, dobbiamo scrivere il nostro profilo ponendo cura a tutti i dettagli. Il principio da tenere sempre presente durante la scrittura è: gli utenti guardano ciò che interessa a loro e non ciò che interessa a noi, quindi dobbiamo scrivere per essere letti e capiti.

Cominciamo dalle informazioni essenziali per capire cosa scrivere nel social. La struttura dei profili da compilare è molto simile a quella dei curriculum vitae, in cui presentiamo la nostra situazione personale, scolastica e lavorativa. ln sostanza, si tratta di un altro modo per mettere su Internet il proprio curriculum. Se abbiamo già scritto al computer il curriculum, conviene recuperare il file e tenerlo a portata di mano per copiarne agevolmente le informazioni e la fase di registrazione si concluderà in poco tempo. Se, invece, non abbiamo mai scritto il curriculum vitae, preparare le informazioni richieste dal sito significa anche scrivere contemporaneamente il curriculum; questa operazione richiederà più tempo, però si avrà anche a disposizione il curriculum da utilizzare in altre occasioni.

Passiamo adesso alla parte più creativa e complicata: la nostra presentazione. Infatti molti network permettono di inserire anche un testo a nostra scelta in cui dare un messaggio personalizzato ai visitatori del nostro profilo. Facendo un paragone con la ricerca di un lavoro, si tratta di scrivere la lettera di presentazione.

Certo, non è facile scrivere tutto ciò, la prima versione sarà probabilmente un testo troppo lungo da leggere. La successiva rilettura e la cancellazione delle parti inutili e ripetitive porterà alla forma migliore. Naturalmente, dobbiamo porre la massima cura nel rispettare le regole della lingua italiana.

Quando si acquista il nome del dominio di un sito e lo spazio di memoria dal provider, l’azienda che si occupa di mettere online le pagine del sito, nell’offerta commerciale vengono incluse anche delle caselle email gratuite. Se abbiamo costruito un sito Internet per farci conoscere e abbiamo un dominio del tipo, per esempio, http://www.robertomarmo.net, possiamo usare una delle caselle email offerte dal provider per creare una casella di posta con cui curare solo i contatti ottenuti dai social network, un indirizzo email del tipo [email protected] ln questo modo, possiamo subito capire quali sono i messaggi provenienti dalla nostra attività di networking e dalla lettura del nostro profilo. Usare una casella personalizzata da diffondere su Internet, peraltro, comunica una maggiore professionalità al proprio profilo, con lo svantaggio, però, di ricevere molti virus e spam. Una buona difesa contro spam e virus deve essere attuata sempre su qualsiasi casella email; conviene informarsi se il provider fornisce un servizio di controllo sull’email.

ln merito alla fotografia da inserire nel profilo, bisogna evitare le fotografie scattate con alta risoluzione, cioè con un elevato numero di pixel, perché un esperto di foto_ montaggio potrebbe usarle per costruire documenti di identità falsi. Sono più che sufficienti 30 kilobyte e all’incirca 500 x 500 pixel in formato JPEG. Una dimensione ridotta del file ne permette una rapida visualizzazione anche con un collegamento Internet lento. Altrettanto da evitare sono le foto in cui occhiali da sole o altri oggetti possono nascondere parte della faccia, perché danno l’impressione di una persona sfuggente che vuol nascondere qualcosa. E comunque fare di tutto per non lasciare uno spazio vuoto al posto della fotografia.

Se abbiamo deciso di partecipare a più network, possiamo anche scrivere un profilo diverso per ogni network, in base alle caratteristiche degli iscritti e alle possibilità offerte per ogni caso.

Concludiamo ricordando che il profilo non deve essere scritto e abbandonato; occorre aggiornarlo con nuovi dati, con una nuova presentazione ecc. Un profilo invecchiato non è certo un punto a nostro favore.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *